Raffineria ENI di Sannazzaro de’ Burgondi

Un progetto complesso e ambizioso quello che vede la FAST impegnata dal 2012 nell’intervento di revamping del sistema di supervisione e stacco carichi, della rete elettrica primaria della Raffineria di Sannazzaro de’ Burgondi situata nell’area sudoccidentale della Pianura Padana, una tra le raffinerie più grandi ed efficienti d’Europa che rifornisce principalmente i mercati dell’Italia del nord e della Svizzera.

Tra gli obiettivi dell’intervento, che FAST ha portato avanti in diversi step, era prevista la sostituzione dei PLC Siemens, dal Simatic S5 al Simatic S7, l’interfacciamento con il sistema DCS e con i sistemi di protezione intelligenti installati sui quadri MT e la conversione delle 2 reti LAN.
FAST ha contribuito alla messa a punto di un sistema di controllo in grado di fornire supervisione e telecomando delle apparecchiature e della commutazione di sbarra del quadro MT; della riaccelerazione dei motori MT, della chiusura in sincronismo dei gruppi di generazione e degli interruttori di centrale, della regolazione della produzione di energia e gestione dei trasformatori principali.
Tramite una LAN dedicata, ha completato l’upgrade dello Stacco Carichi prevedendo un PLC che opera come coordinatore ed i restanti PLC come attuatori (di cabina, di macchina, ecc.)
Infine, ha provveduto all’implementazione SOE per l’acquisizione dai quadri MT dei segnali digitali, con un tempo di campionamento inferiore a 20ms, sincronizzando i PLC tramite la rete LAN da un sistema Clock Master.

Ogni intervento FAST è stato seguito da una verifica attenta e dall’accertamento della rispondenza del sistema al progetto, con un servizio competente di collaudo e la messa in servizio.

FAST ha messo in campo le competenze acquisite in più di 30 anni di esperienza, facendo fronte a diverse criticità che il sistema presentava, come la necessità di operare su più piattaforme software, di configurare diversi protocolli di comunicazione e operare con l’impianto in marcia, attività che presuppone la sostituzione “a caldo” dei PLC, senza interruzioni di servizio.
Un’altra sfida per Fast, dalla sostituzione del primo PLC fino al completamento del progetto, è stata la presenza di un sistema misto S5 / S7 e la conseguente condivisione delle reti tra sistemi di generazioni diverse.

FAST ha superato le difficoltà connaturate al tipo di intervento portando avanti il progetto con successo e confermando la sua competenza e professionalità in campo di automazione, supervisione e controllo di processo.

Cerca

Dettagli
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.